L'Angolo dei film: Tutti insieme appassionatamente

martedì, dicembre 29, 2015

N.B. Questo è un altro dei miei film preferiti, di quelli che fin  ho guardato centinaia di volte e che non possono non rivedere quando passano in televisione. E scrivere il post è l'occasione perfetta per  riordinare tutte le informazioni e aneddoti sul film che ho raccolto in anni di letture e visione di documentari e speciali.

E' un film del 1965, il titolo originale è The sound of music, diretto da Robert Wise con Julie Andrews e Christopher Plummer.
Il film è la tratto dall'omonimo spettacolo teatrale di Rodgers & Hammerstein, che a sua volta è la trasposizione del romanzo autobiografico di Maria Augusta Von Trapp "La famiglia Trapp".

La trama in breve: A Salisburgo nel 1938, Maria è una giovane novizia dallo spirito libero che sta per prendere i voti: non porta il velo, canta e corre spensierata nei prati. La reverenda madre decide di mandarla per un po' di tempo a fare da istitutrice presso la villa di un comandante della marina in congedo rimasto vedovo e padre di 7 figli.

In casa e con i figli il comandante esercita una disciplina ferrea, militare, e ai ragazzi l'unico modo per farsi notare dal padre è fare scherzi alle governanti costringendole ad andarsene. 
Quando il comandante deve andare alcuni giorni a Vienna, a trovare la Baronessa Schraeder con cui ha una relazione, Maria ne approfitta per concedere più libertà e svago ai ragazzi, portandoli in giro per Salisburgo e insegnando loro a cantare. 
Il comandante, rientrato insieme alla Baronessa e all'amico Max, all'inizio è molto contrariato e licenzia Maria, ma appena sente cantare i ragazzi cambia idea e la ringrazia per aver riportato la musica e la felicità in quella casa. 
Nonostante la presenza della Baronessa, Maria e Georg iniziano a provare dei sentimenti, anche se incombe una crisi di fede di Maria e il comandante dovrà affrontare suo malgrado l'Anschluss, l'annessione dell'Austria alla Germania nazista. Sarà il canto ad unire la famiglia e diventare un modo per salvarsi dalla minaccia tedesca.






Nel 1960 lo Studio 20th Century Fox acquista i diritti cinematografici dello spettacolo teatrale (che era approdato a Broadway nel 1959) e affida a Ernest Lehman il compito di scrivere la sceneggiatura. Come regista, Zanuck il presidente della Fox e Lehman volevano Robert Wise, con il quale quest'ultimo aveva già lavorato nel film West Side Story, ma essendo impegnato bussarono alla porta di un altro regista, Gene Kelly, che però rifiuta l'offerta. A quel punto viene scelto William Wyler il quale dopo un'iniziale resistenza decide di accettare l'incarico. Si recano a Salisburgo per dei sopralluoghi e Lehman realizza una prima stesura del copione, ma quando l'agente di Wyler chiede a Zanuck di posticipare la lavorazione per permettergli di dedicarsi al suo film Il collezionista, questi gli comunica di aver scelto come regista Robert Wise che nel frattempo era tornato disponibile.

Per il ruolo del comandante Von Trapp si era pensato a Yul Brynner, Sean Connery e Richard Burton, Bing Crosby, Peter Finch e Walter Matthau, ma dopo aver visto l'attore canadese Christopher Plummer a Broadway Wise capì che era perfetto per la parte.







Per la parte di Maria furono considerate Audrey Hepburn (solo in un primo momento quando la Paramount aveva acquistato i diritti, per poi cederli subito), Doris Day, Anne Bancroft e Leslie Caron, ma quando la regia fu affidata a Wise lui pensò subito a Julie Andrews,  che aveva già girato Mary Poppins ma non era ancora uscito quindi il pubblico ancora non la conosceva. Così  Wise chiese di poter vedere un'anteprima del film, e dopo le prime scene pare abbia detto a Lehman "Let's go sign this girl before somebody else sees this film and grabs her!" (Scritturiamola subito prima che qualcuno la veda in questo film e ce la prenda).


Per la parte di Liesl fecero il provino Mia Farrow e Liza Minnelli.

Le riprese iniziarono dopo 3 mesi di prove negli studi di Los Angeles e poi si trasferirono a Salisburgo, lavorando 6 giorni a settimana, tutto il giorno, per 11 settimane.
Le riprese del convento dall'esterno furono fatte a Nonnberg Abbey (anche se gli interni furono realizzati a Hollywood), la parte vecchia di Salisburgo e la Residenzplatz con l'omonima fontana; il giardino e il castello di Mirabell dove cantano Do-re-mi; la scena del matrimonio è stata girata nel Monastero di St Michael a Mondsee

Residenzplatz


Giardini del Castello Mirabell

 
La parte della casa che affaccia sul lago è il Castello di Leopoldskron, nel quale si trovava anche il gazebo (ora spostato al Palazzo di Hellbrunn).

La casa di Von Trapp, Schloss Frohnburg Palace, all'epoca era di proprietà dell'attrice scienziata Hedy Lamarr.

Il Festival viene girato sul palcoscenico della Felsenreitschule, l'ex scuola di cavalleria che ospita la messa in scena delle opere musicali.

Scena finale dove la famiglia si nasconde dai nazisti è il cimitero St. Peter di Salisburgo.

Poichè la piccola Kym Karath (Gretel) non sapeva nuotare, durante la scena della caduta dalla barca nel laghetto fu chiesto a Julie Andrews di afferrarla appena fosse caduta in acqua, ma durante le riprese la bambina cadde in avanti mentre Julie Andrews cadde all'indietro, tardando qualche momento a prendere la bambina che finì sott'acqua e si spaventò molto. Mantennero questa scena così da evitare di rigirarla. 

CANZONI:
La colonna sonora è certamente uno dei pilastri del film. Rispetto al musical teatrale furono alcune canzoni furono eliminate e ne realizzarono alcune nuove come "I have confidence" e "Something good".
Le canzoni sono tutte meravigliose, ma le mie preferite sono sicuramente The sound of music, Maria (alla quale sono molto affezionata perchè ricordo che mi piaceva talmente tanto e per questo era l'unica con la quale mia madre riusciva a darmi da mangiare da piccola), My favorite things, Sixteen going on seventeen (che in italiano per un discorso ritmico è stato trasformato in Quindici anni quasi sedici, quindi hanno ringiovanito Liesl di un anno) ed Edelweiss (lo so facevo prima a dire che mi piacciono tutte!)








Oltre alle canzoni cantate trovo siano stupende sia l'Overture che l'Entr'Acte.


Christopher Plummer nelle canzoni fu supportato dal cantante Bill Lee (doppiatore storico delle canzoni dei film Disney) e sia lui che Julie Andrews dovettero imparare a suonare la chitarra.

La scena d'apertura del film, quando Maria corre cantando nel campo, fu molto ardua da girare perchè faceva freddissimo e il tempo era nuvoloso, il sole uscì per appena 20 minuti (infatti in molte inquadrature si vede il cielo grigio con le nuvole). Per raggiungere la cima della collina Julie Andrews fu fatta salire su un carro trainato da un bue, con a bordo tutta l'attrezzatura per le riprese. Oltretutto l'inquadratura di Julie Andrews che gira su se stessa fu fatta con un elicottero che alzava tantissima polvere e creava uno spostamento d'aria talmente forte che quasi Julie Andrews non riusciva a stare in piedi. Il ruscello in realtà non esisteva, fu creato appositamente scavando un fossato, rivestendolo di plastica e riempendolo d'acqua, così come le betulle tra cui canta Julie Andrews non erano originarie del luogo ma furono portate lì.

I bambini non erano attori professionisti, ed essendo al loro primo film Julie Andrews cercò sempre di rallegrarli e aiutarli durante le riprese (Julie Andrews sapeva benissimo cosa si provava ad essere una bambina nel mondo dello spettacolo, infatti a dodici anni vinse un concorso radiofonico esibendosi con l'aria "Polonaise" raggiungendo perfettamente la nota altissima Fa minore). Siccome non era ancora uscito Mary Poppins, lei cantava spesso per loro Supercalifragilistichespiralidoso, cosa che li rallegrava molto perchè pensavano l'avesse inventata apposta per loro.

Il film viene presentato al Rivoli Theatre di New York il 2 marzo del 1965, e ottiene subito un enorme successo in tutti gli Stati Uniti. Nel novembre del 1966, The Sound of Music è diventato il film di maggior incasso di tutti i tempi Il film è uno dei più grandi successi al box office, superando Via col vento che aveva mantenuto il primato per 24 anni (anche se complessivamente e considerando il tasso attuale dell'inflazione Via col vento rimane il film che ha incassato di più nella storia, 3.440.000.000 dollari). Ah, di Via col vento potete leggere qui e qui.


PREMI: Il film si presenta agli Oscar con ben 10 Nomination, portando a casa 5 statuette per Miglior film, Miglior regia, Miglior colonna sonora, Miglior montaggio e Miglior sonoro. Vince 2 Golden Globe come Miglior Commedia e Miglior Attrice in una commedia Julie Andrews; inoltre la Andrews vince il David di Donatello come Miglior Attrice Straniera.
Il film è al 40esimo posto dei 100 migliori film americani di tutti i tempi.

CHICCHE:
Per la scena del ballo nel gazebo fu realizzata una copia del gazebo di Salisburgo, in una versione un po' più grande a Hollywood e posizionarono delle pedane di vetro sulle quali gli attori dovevano ballare, ma Charmian Carr (Liesl) si ferì con un vetro rotto e girò la scena del ballo con una benda sulla caviglia destra che fu poi ritoccata durante il montaggio in modo che non si vedesse.

Debbie Turner (Marta) durante le riprese perse i due denti da latte davanti, così il reparto del trucco realizzò una protesi per ovviare al problema.
L'attore che interpretava Friedrich aveva i capelli castani e dovettero schiarglieli, inoltre crebbe 15 cm in 6 mesi, perciò quando i 7 fratelli Von Trapp erano tutti in fila, la maggiore Liesl, fu fatta salire su un sopporto per farla sembrare più alta. 

Nella scena della dichiarazione d'amore tra Maria e Georg, Christopher Plummer era così frustrato dalle riprese e dal freddo che aveva un po' esagerato con l'alcol, pertanto lui e Julie Andrews continuavano a ridere e si doveva ripetere la scena. Alla fine il regista dovette ricorrere ad un gioco di luci, mettendo gli attori in penombra, anche se si possono notare le labbra dei due attori che non riescono a trattenere le risate.

REALTA' E FINZIONE
La famiglia dei cantori Von Trapp

Maria Von Trapp nel 1973 fu ospite dello show della Andrews, The Julie Andrews Hour, nel quale insegnò all'attrice come si canta lo Yodel.

Come sono diventati oggi i bambini del film

OSCAR 2015
Poichè quest'anno ricorreva il 50esimo anniversario del film, in occasione della cerimonia di consegna degli Oscar 2015, Lady Gaga ha interpretato un medley delle canzoni del film, con un'interpretazione da manuale, al termine del quale è salita sul palco proprio Julie Andrews alla quale il pubblico ha riservato una standing ovation.
 

La ABC il 18 marzo 2015 ha mandato in onda uno special realizzato per il 50esimo anniversario del film: The Untold Story of The Sound of the Music. Ho adorato questo special perchè ha raccontato un sacco di aneddoti sulla lavorazione del film e soprattutto ha riportato Julie Andrews a Salisburgo nelle location del film (le hanno rifatto attraversare la navata della chiesa che aveva percorso nella scena del matrimonio, esattamente 50 anni prima, un'emozione indescrivibile).

You Might Also Like

0 commenti