Varie: I profumi preferiti dalle Star

martedì, maggio 17, 2016

Nella storia molti personaggi famosi hanno incontrato sul loro cammino un profumo o una fragranza in particolare, sia che perchè semplicemente ne hanno amato uno di un marchio già famoso (che magari lo ha prodotto proprio dedicandolo a quella Star), sia perchè si lanciarono nella produzione vera e propria di linee di profumi.

Mitsuoko di Guerlain è sicuramente il profumo preferito dal maggior numero di Star: tra i più importanti ricordiamo Charlie Chaplin, Jean Harlow, Ingrid Bergman e Ava Gardner. Uno dei più antichi profumi al mondo, nasce nel 1919 quando il profumiere Jacques Guerlain, nipote di Pierre François Pascal Guerlain fondatore del marchio, crea una combinazione di fragranze che battezza col nome di Mitsuoko, che in giapponese significa "mistero" e si ispira al nome della protagonista del racconto di Claude Farrère La bataille. Parla della storia dell'amore impossibile tra Mitsuoko, la moglie di Togo Heihachiro, e un ufficiale inglese, sullo sfondo della guerra russo-giapponese. Il flacone fu progettato da Georges Chevalier che lo impreziosì con volute in stile Art Nouveau e con un tappo a forma di cuore cavo, una vera novità per l'epoca. Il profumo presenta note di pesca, rosa e gelsomino con un fondo di bosco dato dal muschio di quercia.
Charlie Chaplin, Ingrid Bergman, Jean Harlow, Princess Diana and Ava Gardner were also the fans of Mitsouko.:  

Il profumo preferito dall'attrice Carole Lombard (futura moglie di Clark Gable) era Casma Cologne della Caswell Massey, uscito nel 1922. Era caratterizzato dalle note di rosa, gelsomino, magnolia e vaniglia. Nel 2001 ne è uscita una riedizione.

Nel 1932 viene lanciato sul mercato il profumo Tanglewood Bouquet di The Crown Perfumery Co. ispirato alla diva Greta Garbo. E' un profumo a base di fiori di Ylang-ylang e crisantemi, spezie come la cannella e la noce moscata e un tocco di muschio e vaniglia.

Il profumo unisex Angelique Encens di Creed, lanciato nel 1933, fu ispirato dall'attrice Marlene Dietrich protagonista del film L'Angelo azzurro del 1930. Il bouquet di fragranze è costituito da angelica, incenso, ambra grigia, gelsomino e vaniglia.

Nel 1933 il profumiere Jacques Guerlain crea il profumo Vol de Nuit, ispirandosi al romanzo con lo stesso nome scritto dal suo amico Antoine de Saint-Exupéry (autore anche de Il piccolo principe). E' la storia di una donna che si trova presso la torre di controllo ad aspettare il rientro del marito pilota di cui si sono perse le tracce durante un volo notturno sulla Patagonia durante una tempesta. Lo slogan pubblicitario con cui viene lanciato il profumo era "per le donne che amano correre i rischi". Tra le donne che lo hanno indossato non si può non menzionare Katharine Hepburn, che oltretutto aveva una grande passione per il volo (raccontata nel film The aviator del 2004 di Martin Scorsese che racconta la storia dell'imprenditore cinematografico e aviatore Howard Hughes, legato all'attrice Katharine Hepburn interpretata da Cate Blanchett che vinse l'Oscar come Miglior attrice non protagonista). E' un profumo con note fresche agrumate date da Arancia, Fiore d'Arancio, Mandarino, Bergamotto e Limone, bilanciate dalla dolcezza di Iris, Narciso, Vaniglia, Violetta, Garofano Indonesiano, Gelsomino e Rosa, e in lontananza un fondo legnoso dato dal sandalo e dal muschio.
Il flacone è in vetro fumè e sulla parte frontale presenta dei raggi in rilievo che ricordano la forma di un'elica, mentre il tappo quadrato metallico, un modernismo per l'epoca, rimanda ad un elemento meccanico.

Nel 1952 durante un'intervista per il magazine statunitense LIFE, il reporter domanda alla sex symbol Marilyn Monroe cosa è solita indossare a letto e l'attrice risponde: "Due gocce di Chanel n.5". Il profumo era stato creato nel 1921, per volere della stilista Coco Chanel, dal chimico Ernest Beaux, che lavorò su una formulazione innovativa che si discostava dalle fragranze usate all'epoca che erano sostanzialmente costituite da un unico fiore. Madame Chanel volle invece un bouquet elaborato, un mix di profumi audaci come il muschio e il gelsomino. Per la prima volta furono impiegate le aldeidei, delle sostanze sintetiche che permettevano al profumo una durata molto maggiore.  La fondatrice della casa di moda scelse, fra i vari campioni che le erano stati sottoposti, il 5° flacone e decise che Numero 5 sarebbe stato il nome del profumo.


Nel 1956 l'attrice Grace Kelly commissiona in occasione del suo matrimonio con il Principe Ranieri di Monaco, al marchio Creed il profumo che verrà chiamato Fleurissimo. Un delicato bouquet floreale di bergamotto, rosa bulgara, iris e violetta. Curiosità: è la fragranza preferita dalla Regina Elisabetta d'Inghilterra.

Dal sodalizio Hubert de Givenchy e l'attrice Audrey Hepburn nel 1956 nacque una fragranza studiata appositamente per la diva, un profumo unico ed esclusivo con note di bergamotto, Rosa d'oriente, Gelsomino reale, Pepe rosa, Giglio di Firenze, Incenso e Sandalo, che richiamava il glamour e l'eleganza della Hepburn. Givenchy chiese ad Audrey di poterlo mettere sul mercato ma lei inizialmente si oppose; dopo poco però si rese conto che poteva essere per l'amico un'occasione per sfondare negli Stati Uniti, così acconsentì, addirittura prestandosi gratuitamente come testimonial. Givenchy scelse come nome del profumo L’INTERDIT, ovvero "il vietato", per ricordare l'iniziale rifiuto della Hepburn.  
La campagna di Givenchy con Audrey fotografata da Bert Stern.

 In un'intervista del 1963 l'attrice Joan Crawford parlò delle sue abitudini in fatto di profumi.
"Non amo i profumi troppo pesanti: al momento sto usando una fragranza di zenzero bianco proveniente da Honolulu". L'attrice mostrò al reporter che conservava questa essenza in un contenitore dorato che aveva una spugnetta da immergere che si poteva poi passare direttamente sul corpo. 
"Al mattino uso sempre e solo acqua di colonia, non indosso mai profumi prima di pranzo o subito dopo. La mia acqua preferita è la 4711 Mäurer & Wirtz GmbH & Co." Questa colonia è molto antica, infatti fu messa sul mercato nel 1792 a Colonia (città della Germania): è unisex grazie alla sua profumazione agrumata con Olio di Arancio, Bergamotto e Limone, arricchita da Ciclamino, Giglio, Gelsomino e Rosa Bulgara, con note di  Patchouli, Vetiver di Tahiti, Muschio Animale, Sandalo, Muschio di Quercia e Cedro. Il flacone fu progettato nel 1820 dal distillatore Peter Heinrich Molanus, ed è per questo che la bottiglietta prese il nome di Molanus, ed ebbe talmente successo che ancora oggi è utilizzata.
"Il mio profumo preferito è Poivre di Caron perchè è semplice e meraviglioso". Uscito nel 1954, questo profumo è stato creato da Ernest Daltroff e Michel Morsetti che proposero per la prima volta un profumo audace e sensuale (nella campagna pubblicitaria fu usato un dragone cinese). Questo profumo è molto speziato e orientale grazie alla presenza di Pepe (da qui il nome Poivre che significa pepe in francese), Chiodo di Garofano e Peperoncino, con note floreali date da Geranio, Rosa, Gelsomino e Ylang Ylang e note Legnose date da Vetiver, Sandalo e Muschio di Quercia. La bottiglia, il cui design fu curato da Féliecie Bergaud, è un flacone molto raffinato decorato con piccole borchie a ricordare i grani di pepe, rimando sia all'ingrediente principale del profumo ma anche agli antichi rimedi farmaceutici in quanto veniva usato come antimicrobico (anche la boccetta ricorda quelle anticamente usate nelle farmacie).

Zsa Zsa Gabor realizza negli anni '60 una propria collezione di profumi, dal nome Zig Zag
 

Il profumiere Pierre Bourdon nel 1985 realizza per Creed un profumo ispirato all'attore Cary Grant. La fragranza Green Irish Tweed è un mix di Iris, verbena, violetta, sandalo e ambra grigia.

Nel 1987 il marchio Creed lancia il profumo Bois de Portugal, che riscuoterà molto successo tra vari attori e personaggi dello spettacolo: in primis Paul Newman per il quale divenne il preferito, ma anche Frank Sinatra e un giovane Kevin Costner.

Elizabeth Taylor negli anni ha collaborato con la casa cosmetica Elizabeth Arden per produrre diversi profumi: il primo ad essere lanciato sul mercato fu Passion nel 1987; a questo seguì nel 1991quello che avrà maggior successo, White Diamonds, che diventerà il profumo firmato da una celebrità più venduto di tutti i tempi. Dal 1993 uscirono vari profumi con nomi ispirati alle sue pietre prezione preferite: Diamonds & Emeralds, Diamonds & Rubies, Diamonds & Saphhires e Black Pearls; nell'aprile del 2010 uscì l'ultimo suo profumo (l'attrice morirà nel 2011), chiamato Violet eyes, rimando alla particolarissima tonalità lavanda dei suoi occhi.





You Might Also Like

0 commenti