Full-Immersion: Grace Kelly pt. 1 I film sentimentali

lunedì, ottobre 23, 2017

Nuova full-immersion dedicata alla più "aggraziata" delle dive di Hollywood, Grace Kelly. L'incantevole favola dell'attrice di Hollywood diventata Principessa è praticamente nota a tutti. Di come è scattata la scintilla tra lei e il Principe Ranieri Grimaldi di Monaco ve ne ho parlato qui nel post sulle proposte di fidanzamento e i relativi anelli delle Star. A breve ho intenzione di pubblicare un post sulla sua vita, ma per il momento vi voglio parlare della sua breve ma intensa carriera cinematografica. In questa prima parte troverete due suoi film sentimentali (con gli incantevoli costumi realizzati da Helen Rose, la stessa che disegnerà il suo abito da sposa), mentre nella seconda parte parlerò di due gialli di Hitchcock.
 

1) Il cigno
Si tratta di un film del 1956 il cui titolo originale è The Swan, diretto da Charles Vidor con protagonisti Grace Kelly, Louis Jourdan ed Alec Guiness.
Trailer originale: 

La trama in breve: nel 1910 la giovane principessa Alessandra che vive in un lussuoso palazzo in Ungheria insieme alla madre Beatrice e i fratelli, trascorre le sue giornate a "farsi un'educazione". Un bel giorno giunge in visita Alberto, il principe ereditario nonchè cugino di Alessandra, e sua madre Beatrice decide di combinare un matrimonio tra i due. Alberto si dimostra indifferente nei confronti di Alessandra, così la madre le suggerisce di farlo ingelosire avvicinandosi al precettore dei suoi fratelli, Nicholas. 
Alcune foto del film
Foto promozionali
Il soggetto è la commedia teatrale di Ferenc Molnàr del 1920 dal titolo A hattyú Vígjáték Három Felvonásban (Il cigno, commedia in 3 atti). Lo spettacolo debutta a Broadway nel 1923  con Eva Le Gallienne, Philip Merivale e Basil Rathbone. Nel 1925 viene realizzata una prima versione cinematografica muta, con il titolo The Swan e protagonisti Frances Howard e Adolphe Menjou, e nel 1930 una seconda con il titolo Notte romantica con protagonista Lillian Gish. 


Nel 1950 l'emittente CBS realizza un ciclo di spettacoli teatrali (ridotti a 30 minuti), e il 7 giugno per la trasposizione de Il Cigno assegna la parte della protagonista Alessandra a Grace Kelly, in quel periodo molto attiva negli sceneggiati televisivi. Facciamo un salto temporale di 5 anni e ritroviamo Grace Kelly come vincitrice dell'Oscar per la Migliore attrice protagonista grazie al film La ragazza di campagna girato l'anno prima, il 1954, considerato l'anno di Grace perchè ha preso parte a ben 6 film. La Kelly è sotto contratto con la M.G.M. con la quale però ha realizzato solo uno di questi film, Fuoco verde (che è anche quello che ha avuto meno successo), essendo stata ceduta in prestito agli altri Studios per gli altri film, la Warner Bros per Il delitto perfetto e la Paramount per La finestra sul cortile, La ragazza di campagna, I ponti di Toko-Ri e Caccia al ladro, così, vedendosi riufiutare da parte di Grace tutti i copioni che le sottopone, la M.G.M. decide di non prestarla più agli altri Studi e le impedisce di lavorare sospendendola. Grace è rimasta molto affezionata al personaggio di Alessandra che vorrebbe interpretare in una versione cinematografica, e quando la M.G.M. dopo l'Oscar decide di farla lavorare nuovamente, la Kelly propone di realizzare il film sulla commedia Il cigno e lo Studio accetta. 
Per la parte del Principe Alberto (il cui nome curiosamente sarà quello che Grace Kelly darà a suo figlio), inizialmente si pensa a Rex Harrison e Joseph Cotten, ma alla fine viene scelto l'inglese Alec Guinness, al suo primo film in terra americana. Di origine inglese, Guinness inizia la sua carriera nei teatri londinesi debuttando nell'Amleto di John Gielgud, sd entrando nella compagnia dell'Old Vic dove interpreterà i ruoli più classici della letteratura inglese. Nel '46 debutta al cinema in Gran Bretagna con Grandi speranze basato sulla storia di Charles Dickens. Dopo il Cigno collezionerà una serie di successi in America, interpretando il colonnello Nicholson ne Il ponte sul fiume Kwai che gli vale l'Oscar come Migliore attore, quello del principe Faisal in Lawrence d'Arabia, Yevgraf in Il dottor Živago, il maggiordomo in Invito a cena con delitto, il Conte di Dorincourt ne Il piccolo Lord,  Obi-Wan Kenobi in Guerre stellari. Sul set de Il cigno si creerà una bellissima amicizia tra la Kelly e Guinness che durerà fino alla morte dell'attrice nel 1982. In occasione di questo film, tra i due nascerà una sorta di "burla" che durerà per anni. A farla partire è una lettera molto appassionata che Guinness riceve da un'ammiratrice di nome Alice. Quando Grace lo viene a sapere si reca alla reception dell'albergo e fa chiamare Alec fingendosi Alice. Scoperto lo scherzo Guinness si "vendica" facendole trovare nel letto della camera di Grace un Tomahawk l’ascia di guerra dei nativi americani, comprato in un negozio di souvenir. Alcuni anni dopo a Londra dopo la fine di un suo spettacolo Guinness rientra in camera e ritrova lo stesso souvenire nel suo letto, facendogli capire che Grace è in città. Guinness a sua volta conserva il tomahawk per qualche anno e quando viene a sapere che la Principessa si trova negli Stati Uniti, escogita uno stratagemma per farle arrivare di nuovo l’oggetto tra le lenzuola. È il 1979 e lui ormai si è completamente dimenticato dello scherzo quando a Hollywood rientra in camera e ritrova il souvenir sul suo letto. Grace si trova a Monaco e lui non riesce a capire come sia riuscita a "colpire" ancora. Purtroppo Alec non riuscirà a restituire il cimelio a Grace prima della sua prematura scomparsa.  
Nicholas, il tutore dei ragazzi, è interpretato dal francese Louis Jourdan, che ha esordito nel cinema francese nel 1939 ed è approdato a Hollywood nel 1947 dopo la "chiamata" di David Selznick che lo invitò a prendere parte al film Il caso Paradine di Alfred Hitchcock accanto a Gregory Peck e Alida Valli, e l'anno seguente sarà con Joan Fontaine in Lettera da una sconosciuta. Nel '58 è nel musical Gigi (di cui vi ho parlato qui) accanto a Leslie Caron e Maurice Chevalier. 
A completare il cast troviamo altre 3 brillantissime attrici di contorno che, a mio parere, in diversi momenti sovrastano i 3 protagonisti. La madre di Alessandra, Beatrice, è Jessie Royce Landis, un'attrice degli anni '30, poi sparita dal cinema per qualche anno, e tornata nel '49 grazie al film Mr. Belvedere va in collegio (della trilogia con Clifton Webb di cui vi parlerò presto) e nel '55 ha già interpretato la madre di Grace Kelly nel film Caccia al ladro di Hitchcock. Dopo aver preso parte al remake de L'impareggiabile Godfrey nel '57 con June Allyson e David Niven, Hitchcock la sceglierà nuovamente nel '59 per interpretare stavolta la madre di Cary Grant in Intrigo internazionale.
Estelle Winwood è la buffa Zia Sinforosa, una caratterista che ha debuttato a Broadway nel 1916 ed è nel cinema dal 1930, che nei suoi 100 anni di vita ne ha passati 50 nel mondo dello spettacolo. Nel 1961 sarà ne Gli spostati di John Huston con Clark Gable, Marilyn Monroe, Montgomery Clift e Thelma Ritter, e nel '76 nello spassosissimo Invito a cena con delitto dove reincontrerà Alec Guinness. 
Ultima ma non per importanza Agnes Moorehead che qui interpreta la Regina Dominika, madre di Alberto. Distintasi sia a teatro che nel cinema ricevendo ben 3 nomination agli Oscar, la Moorehead ha esordito in Quarto potere di Orson Welles nel '41, e l'anno seguente è diretta sempre da lui ne L'orgoglio degli Amberson. Ha lavorato varie volte con Jane Wyman in Johnny Belinda, Magnifica ossessione, Secondo amore e Il segreto di Pollyanna. Dal '64 al '72 è la mitica Endora, la madre di Samantha (Elizabeth Montgomery) nella sit-com Vita da strega.

A fine agosto iniziano le prove per costumi e acconciature, e per un paio di settimane le riprese iniziano negli studi della M.G.M. a Culver City. Poi l'intera troupe si trasferisce a Ascheville nel Nord Carolina, per girare nel palazzo Biltmore, costruito dalla famiglia Vanderbilt nell'Ottocento, ispirato ai castelli della Loira. Il 27 novembre 1955 terminano le riprese e la Metro Goldwyn Mayer decide di battere il ferro finchè caldo e annuncia il prossimo progetto cinematografico con protagonista Grace Kelly: Alta società, il remake musicale di Scandalo a Filadelfia. La Premiere de Il cigno sarà in contemporanea a New York e Parigi la sera del 18 aprile 1956, facendola coincidere esattamente con le nozze di Grace Kelly e il Principe Ranieri di Monaco, approfittando della eco mediatica. 
Foto degli attori sul set
Gli attori Paul Newman e Glenn Ford in visita sul set
A realizzare i costumi di questo film, e in particolar modo quelli di Grace Kelly, è la stilista Helen Rose, che dal '43 si occupa del reparto costumi della M.G.M. dopo che Adrien le ha passato il testimone.
Helen Rose negli anni '50 realizzerà gli abiti per Elizabeth Taylor (anche quello delle nozze con Nicky Hilton, di cui vi ho parlato qui), tra cui quelli dei film Il padre della sposa e il suo sequel Papà diventa nonno con Spencer Tracy, quelli di Lauren Bacall in La donna del destino e quelli di Debbie Reynolds Il gioco dell'amore, Gazebo e Ciao Charlie (tutti film di cui vi ho parlato qui). La Rose realizzerà anche gli abiti che Grace indosserà per le nozze con Ranieri di Monaco, sia l'abito civile che quello famosissimo della cerimonia religiosa.


QUOTES:
Beatrice: Ha visitato tutta l'Europa in cerca di una principessa ma le ha scartate tutte. Ora viene qui per te.
Alessandra: Non ne potrà più di conoscere principesse immagino.  
Beatrice: Alessandra questo è il momento più importante che dovrai mai affrontare. Mia cara non ti innervosire sai.
Alessandra: No mamma, io spero di no.  
Beatrice: Oh sperare non basta, ti devi imporre di esserlo. Oh mio tesoro, da quando sei nata ho pregato che questa eventualità si avverasse, che tu diventassi regina. Devi dimostrare ad Alberto in questi 4 giorni che hai tutte le doti che cerca in una moglie. Una moglie che siederà su un trono. Devi essere garbata e cordiale, appassionata e gioconda. Oh so bene che lui conosce la vita più di te ma questo puoi volgerlo a tuo vantaggio dimostrandogli che sei pura e dolce. E tesoro non devi mai farti vedere timida, agli uomini non piace, figurati ad Alberto. In fondo è il primo dovere di una regina quello di mettere gli altri a loro agio. Alberto è un po' despota dicono, oh non devi impressionarti, tu pensa che sia una sfida.

Beatrice: Non voglio sentire il nome di Napoleone in questa casa!
Giorgio: Perchè mamma, era un genio. Ha sconfitto quasi tutti quanti. Vinse le battaglie di Marengo, Austerlitz...
Beatrice: Ma perse quella di Waterloo. Era un arrivista. Lei è qui per educarli e non per riempirgli la testa con i pettegolezzi della storia.
Giorgio: Professore, sa perchè la mamma odia Napoleone? Fu lui a farci perdere il trono.

Beatrice: Carlo!
Padre Carlo: Zia Sinforosa! 
Zia Sinforosa: Notizie magnifiche.
Padre Carlo: So già tutto. Ne parla tutta la regione. 
Beatrice: Tutto qui il tuo bagaglio?
Padre Carlo: Quando rinunci al mondo Beatrice hai la gioia di rinunciare anche alle valigie. 
Beatrice: Carlo se andrà bene la mia più grande ambizione si avvera. Non sai cosa significhi per una madre... Ah se fossi certa che Alessandra salisse al trono potrei morire all'istante.
Padre Carlo: Ah dubito che il cielo ti vorrebbe a questo patto. E io che c'entro con tutto questo?
Beatrice: Oh ci servi  Carlo. Tu sceglierai i vini con il cantiniere.
Zia Sinforosa: Si, quello in cantina ci sta troppo, non gli fa bene.
Beatrice: E voglio che parli con lo chef. È abituato a pensare solo a noi... Non ha scordato cos'è mangiare vero?
Padre Carlo: No, ho domato lo spirito da alcuni anni, ma il mio stomaco è ancora arzillo.

Padre Carlo: Alessandra come si comporta?
Beatrice: È tanto calma, non si può non esserne fieri. Rammenti che il suo povero padre la chiamava il suo cigno? "Il mio altero cigno bianco". Ed ella è tale. Così dignitosa e silente, e regale.
 
Beatrice: Io non riesco a capire. È venuto per Alessandra, non c'è dubbio, e si comporta come se neanche esistesse. Ci resta il ballo di stasera e poi partirà. E questa è l'ultima speranza che rimane alla nostra famiglia. Alessandra non sarà giovane in eterno. So che non dovrei dire così.
Padre Carlo: Beatrice di solito sei calma e riflessiva.
Beatrice: In tempo di pace si, ma questa è la guerra!

Alessandra: Se avessi immaginato la fine, e quale fosse lo sguardo di un uomo quando è davvero innamorato o che qualcuno potesse guardarmi come lei. Non le chiedo di perdonarmi, ma di rispettarmi un poco per la mia sincerità. Non ha nulla da dire? La prego mi dica qualcosa.
Nicholas: Ha fatto ciò che le hanno detto. 
Alessandra: Voglio essere regina.
Nicholas: Allora vado. Il Principe sarà caduto nella trappola, non le resta che catturare la preda adesso. 

Nicholas: Anche le più piccole molecole hanno valore nell'universo. Piccoli corpi celesti ognuno dei quali è un'immenso mondo a sè. 
Alberto: Ognuno? Alcuni non peccano di presunzione?
Nicholas: È ben difficile che i governanti terreni capiscano. Parlano dei loro 10 milioni di sudditi, dei 2 milioni di soldati e non pensano che ciascun individuo di quei milioni è un mondo sovrano a sè. Un mondo che non si può distruggere.

Alessandra: Non ti avvicinare Nicholas, non ho mai visto un uomo innamorato e soprattutto innamorato di me. 
Nicholas: Ti faccio tanta paura?
Alessandra: Se così è vorrei sempre avere paura. Voglio essere buona con te. Ti voglio dire tutto quello che ho nel cuore, i miei segreti. Adoro Napoleone anch'io! 
Nicholas: Cara principessa!
Alessandra: E voglio che tu mi chiami per nome. 
Nicholas: Alessandra. Alessandra.
Alessandra: Voglio avere cura di te, vuoi mangiare?
Nicholas: Non ho fame, ho sete.
Alessandra: Vuoi un po' di vino?
Nicholas: Sete delle tue labbra. Dei tuoi occhi, di quei momenti in cui tutto si placa.Voglio guardare nei tuoi occhi, nel più profondo di essi e voglio vederli socchiudere. 
Alessandra: No ti prego Nicholas ...
Nicholas: Non osavo neanche sperare di avere il tuo amore. Puoi biasimarmi se ora voglio prenderlo?

Alberto: Cosa sai di preciso?
Regina Dominika: So soltanto una cosa: che voglio sapere tutto quanto entro trenta secondi.
Alberto: Fino a ieri sera nulla era successo fra Alessandra e me. La cugina Alessandra era come dire, fatta di ghiaccio, e io ero come, com'ero io?
Padre Carlo: Come un istrice. 
Alberto: Un ghiacciolo e un istrice, combinazione penosa. Una soffrenza generale. Alessandra, la cugina Beatrice, il cugino Carlo, Zia Sinoforosa, Zio Carlo, i ragazzi e il professore...
Regina Dominika: Che professore?
Alberto: Eccoci al punto. C'è un professore con i ragazzi, giovane e di bell'aspetto e ha certo sofferto più di tutti.
Regina Dominika: Non vedo perchè?
Alberto: Siccome il ghiacciolo non si scioglieva e l'istrice non si... cugina Beatrice compì il passo estremo. Ha avuto l'idea di creare una sorta di rivalità. Ma questo giovane era in cuor suo innamorato di Alessandra. E io che l'ho insultato!
Regina Dominika: Non ne avevi nessun diritto, poveretto.
Alberto: Perchè?
Padre Carlo: Perchè tu eri... geloso.
Alberto: Sicuro. Così c'era questo martire con i suoi romantici sogni a brandelli e tutto per il bene della famiglia. Faccio appello a te mamma. Non ritieni questo giovane davvero encomiabile? 
Regina Dominika: Di un encomio supremo!
Alberto: Ritieni che egli debba essere punito?
Regina Dominika: Niente affatto.
Alberto: Merita forse di essere castigato, licenziato? 
Regina Dominika: Dio ne scampi!
Alberto: Merita di essere rimproverato? Ma al contrario anzi credo che meriti, non lo so...
Regina Dominika: Di essere baciato. 
Alberto: Proprio quello che è successo. Come hai detto, Alessandra l'ha baciato. 
Padre Carlo: Come tu stessa hai detto.
Regina Dominika: L'ho detto? Ah si l'ho detto!

Regina Dominika: Beatrice non ammirerai quell'uomo? Mia cara ho un libro, te lo devo mandare, è molto consolante, dimostra pienamente che Napoleone non è mai esistito.

Alberto: Tuo padre ti chiamava il suo cigno, così mi dicono. E tu faresti bene a rammentarlo, pensando a ciò che significhi essere un cigno. Sfiora altero l'immobile superficie del lago e non tocca mai la riva. Sulla terra dove camminano i mortali il cigno è goffo, persino ridicolo. Quando vaga sulla riva esso simiglia ad un volatile di tutt'altro tipo.
Alessandra: A un'oca.
Alberto: Purtroppo si. Perciò per lui il mondo è il lago. Silente, bianco, maestoso. Possedere ali ma mai volare, sapere un canto ma mai cantarlo fino al termine dei suoi giorni. E così deve essere per te Alessandra. Testa alta, indifferenza per la folla curiosa sulla riva e il canto, quello mai.

CLIP:
Touchè



Il ballo

La confessione

Il cigno

2) Alta società


Si tratta di un film del 1956 il cui titolo originale è High Society, diretto da Charles Walters con protagonisti Grace Kelly, Bing Crosby e Frank Sinatra.
Trailer originale:

La trama in breve: Tracy Samantha Lord è una ricca ragazza divorziata di Newport in procinto di sposarsi con il gentiluomo George Kittredge, mentre l'ex marito C.K. Dexter-Haven è determinato a riconquistarla e usa il pretesto dell'organizzazione di un festival jazz per stare nei paraggi. A creare ulteriore scompiglio ci pensano il giornalista Mike Connor e la fotografa Liz Imbrie incaricati dal giornale Spy di fare un reportage sulle nozze di quest'esponente dell'Alta società.
Alcune foto del film
Foto promozionali del film

Il soggetto del film è la commedia teatrale di Philip Barry Sr. The Philadelphia Story del 1939 che ha debuttato allo Shubert Theatre di New York il 28 marzo dello stesso anno con protagonista Katharine Hepburn. Nel 1940 ne è stata realizzata una versione cinematografica dal titolo Scandalo a Filadelfia film diretto da George Cukor con protagonisti Katharine Hepburn, Cary Grant e James Stewart (che ha vinto l'Oscar), di cui vi ho parlato qui.
Grace Kelly è fidanzata con il Principe Ranieri Grimaldi di Monaco e si appresta a girare quello che di fatto sarà il suo ultimo film. Tra le relazioni giovanili di Grace si annovera quella con il 25enne Philip Barry Jr., figlio del famoso commediografo. Nel saggio di fine corso dell'Accademia di Arte drammatica di New York Grace ha interpretato proprio questa commedia al Carnagie Hall diretta dal suo professore Don Richardson, (lei stessa proviene da una facoltosa famiglia di Filadelfia), nel 1948, ignorando che vestirà nuovamente i panni di Tracy Lord 8 anni più tardi al cinema. La primissima scelta della M.G.M. era stata Elizabeth Taylor ma dopo il suo rinuncio si pensò subito a Grace Kelly. Le carriere delle due attrici si incroceranno nuovamente nel 1955 quando la M.G.M. acquista i diritti del dramma teatrale di Tennesse Williams La gatta sul tetto che scotta, e pensa a Grace Kelly per la parte della protagonista, ma a causa di ritardi nella pre-produzione, il primo ciak sarà nel '57 quando la Kelly si sarà già ritirata dal cinema per vivere al Principato di Monaco, e così la parte andrà proprio a Elizabeth Taylor.
Per la parte di C.K. Dexter, il primo marito di Tracy, viene scelto Bing Crosby. Bing Crosby si ritrova così a condividere nuovamente il set con Grace Kelly con la quale ha già girato il film La ragazza di campagna. Crosby ha debuttato nel '30 nel film Il re del jazz, e nel '45 otterrà un Oscar grazie al film La mia via. Dal '40 al '62 è in ben 11 film in coppia con Bob Hope. Nella sua carriera come cantante Bing Crosby colleziona 21 dischi d'oro e vende oltre 500 milioni di dischi in tutto il mondo. I suoi singoli arrivano per ben 38 volte al numero 1 della hit parade americana, un record che mai raggiunto né da Elvis Presley né dai Beatles.

Il reporter Mike Connor è interpretato dall'attore e cantante Frank Sinatra. Come attore ha esordito nel 1940, ma come protagonista solo nel '43 con Il denaro non è tutto e nel '44 accanto a Gene Kelly in Due marinai e una ragazza. Nel '54 ha vinto l'Oscar grazie alla sua performance in Da qui all'eternità. Dopo aver fatto parte di varie orchestre nel '42 diventa solista e nel giro di un solo anno entra per 23 volte nella top 10 americana, conquistandosi il soprannome di The Voice (La voce), e diventando il più grane cantante americano secondo solo a Bing Crosby, che oltretutto è il suo mito fin dalla gioventù.

La fotografa di Spy collega di Mike, Lizabeth, è interpretata da Celeste Holm. La Holm ha debuttato nel cinema nel 1946 e già l'anno seguente con il film Barriera invisibile (Gentleman's Agreement) diretto da Elia Kazan vincerà sia l'Oscar che il Golden Globe. Nel '49 ottiene la seconda nomination grazie al film Le due suore con Loretta Young ma perderà contro Mercedes McCambridge per Tutti gli uomini del re. Nel '51 è nuovamente candidata per la sua performance in Eva contro Eva con Bette Davis e Anne Baxter di cui vi ho parlato qui, ma perde contro Josephine Hull per il film Harvey. Nel 1987 in una delle sue ultime apparizioni farà la nonna della piccola Mary in Tre scapoli e un bebè accanto a Tom Selleck e Steve Guttemberg. John Lund interpreta George il fidanzato di Tracy. Ex attore di teatro, nel '46 ha debuttato nel cinema in A ciascuno il suo destino con Olivia De Havilland, nel '48 è protagonista di Scandalo internazionale di Billy Wilder con Jean Arthur, nel '51 è il marito di Gene Tierney e figlio di Thelma Ritter in La madre dello sposo, e nel '62 sarà il padre di Sandra Dee in Una sposa per due (di cui vi ho parlato qui).
Lo zio Willie è interpretato da Louis Calhern. Notato dal manager di una compagnia teatrale itinerante durante una partita di football, e dopo aver calcato i palchi del teatro e muove i primi passi nel cinema, nel '46 è agente segreto in Notorius l'amante perduta di Hitchcock; viene scritturato dalla M.G.M. nei primi anni '50. È accanto a Marilyn Monroe in Giungla d'asfalto nel 1950, nel '53 è protagonista in Giulio Cesare di Mankievicz, nel '54 è Nonno Ulisse in Atena e le sue sorelle con Jane Powell e Debbie Reynolds. Il padre di Tracy, Seth Lord, è Sidney Blackmer. Dopo aver esordito con il teatro dal 1929 è nel cinema dove ha spesso ruoli da caratterista come in due film con Shirley Temple Il piccolo colonnello e Zoccoletti olandesi. In 14 occasioni ha interpretato il 26esimo presidente americano Theodore Roosevelt. Nel '65 sarà il Giudice in Come uccidere vostra moglie con Jack Lemmon e Virna Lisi.

La regia viene affidata a Charles Walter che insieme allo sceneggiatore John Patrick realizza una versione con una minor critica sociale pungente puntando più sul musical data la presenza dei due massimi esponenti del panorama musicale del momento: Bing Crosby e Frank Sinatra.

Il film è stato girato utilizzando il VistaVision, un formato panoramico che offre meravigliosi immagini dei ricchi set del film. Il formato è già stato usato nel '54 per Bianco Natale (sempre con Bing Crosby). Rispetto al CinemaScope basato sul ricorso a lenti anamorfiche, deformando in ripresa le immagini per poi disanamorfizzarle in proiezione al fine di ottenere fotogrammi a largo campo visivo,  il VistaVision invece che dall' aumento del rapporto larghezza-altezza della pellicola nasce da una qualità maggiore della stessa, ripresa orizzontalmente.
Foto sul set
Il film è stato girato nel backlot della M.G.M., e addirittura alcune location sono le stesse del film Scandalo a Filadelfia, come ad esempio la casa dei Lord con mattoni a vista.

 COLONNA SONORA: Ad occuparsi della composizione dei temi musicali, nonchè ai testi, è Cole Porter, il famoso autore di "Night and day" (e da questo tema è stato tratto il film romanzato sulla sua vita, Notte e dì, con Cary Grant) nel 1946.

Il film si apre con L'Overture di un'orchestra. 

"High Society Calypso" è la canzone interpretata da Louis Armstrong e la sua band.

"Little One" è il branco che Dexter dedica alla sorellina di Sam, Caroline.

"Who wants to be a Millionaire" è cantata da Frank Sinatra e Celeste Holm, e molti anni più tardi ispirerà l'omonimo gioco televisivo.

La canzone "True Love", il tema d'amore del film, è interpretata da Bing Crosby e Grace Kelly, che vediamo per la prima (e unica volta) cantare in un film. Venderà un milione di copie diventando uno dei dischi più venduti dell'anno. La canzone riceve anche la nomination all'Oscar ma verrà battuta da Que sera sera cantata da Doris Day nel film di Hitchcock L'uomo che sapeva troppo con James Stewart.

"You're Sensational" è la canzone che Mike canta a Tracy nella biblioteca.

 "I love you, Samantha" è la canzone interpretata da Bing Crosby.

"Now you has jazz" è la canzone suonata alla festa dalla band di Louis Armstrong insieme a Bing Crosby.
 

La canzone  “Well, Did You Evah?” è l'unica che Cole Porter non ha scritto appositamente per questo film, in quanto utilizzata in precedenza nel 1939 nel musical di Broadway Du Barry Was a Lady con Betty Grable e Charles Walter, che qui è il regista, che all'epoca faceva l'attore.

 "Mind if i make love to you" è la canzone che Mike canta a Tracy mentre balla con lei. 

In questo film l'anello di fidanzamento che indossa Grace è proprio quello che le ha regalato Ranieri quando le ha fatto la proposta di matrimonio.

Anche in questo film a realizzare i costumi è sempre Helen Rose. Quello grigio/rosato indossato per il ballo con Sinatra, e quello delle nozze sono in assoluto i miei preferiti.

 


I meravigliosi abiti realizzati da Helen Rose
QUOTES:

Caroline: Dov'è Tracy, sto urlando da un'ora.
Signora Lord: Non si urla cara Caroline, lo sai, si chiama. Si urla quando si soffre.
Caroline: E io soffro per questo matrimonio. Tracy è stata perfida a divorziare da Dexter. Mamma, Tracy è molto acida vero.
Signora Lord: Nessuno in questa casa è acida, almeno spero. Però lei è terribilmente autoritaria, ma è sempre un incanto.
Dexter: Non mi fa più paura quel gelido sguardo della Dea.  
Tracy: Voglio soltanto sapere cosa ci fai qui alla vigilia delle mie nozze. 
Dexter: Affari, sono diventato un esimio compositore, c'era bisogno di me e allora sono venuto.
Tracy: Non fare la parte con me, hai organizzato ad arte questo festival per disturbare le mie nozze.
Dexter: Sarò sincero, lo ammetto, ti amo ancora. Non voglio che ti risposi perchè so che col tempo sarai una donna in gambissima
Tracy: Grazie, non posso dire lo stesso per te.
Dexter: Ma io non voglio diventare una donna, Sam. 

Tracy: Io adoro gli estranei. 
Mike: Quella sua sorella...
Tracy: Deliziosa vero? È piena di talento ma temiamo che abbia tendenze omicide. Come si chiama cara? C'è un'infinita poesia nei nomi.
Lizabeth: Mi chiamo Lizabeth Imbry
Tracy: Oh Lizabeth Imbry, è un nome da Santa medievale bruciata sul rogo. E lei?
Mike: Io Mike Connor.
Tracy: Oh Michael è un nome musicale non dovrebbe storpiarlo in Mike. 
Mike: Vede mio padre mi ha chiamato Mike.
Tracy: Perchè era stonato?
Mike: No, professore di storia inglese al liceo. 
Tracy: Oh la storia inglese mi ha sempre molto affascinato, Re Giorgio, Robin Hood e Jack lo squartatore.

Dexter: Non sei ancora pronta per risposarti Sam, sei ancora immatura come allora. Maturerà col tempo e con i guai, dagliene parecchi.
George: Non sarò certo io a darle dei guai. 
Dexter: Peccato, io gliene ho dati tanti.

Dexter: Bella, e sempre altera.    
Tracy: Non volevi dire qualcosa?
Dexter: Speravo fossi cambiata, che fossi diventata più umana. Non lo dico per me ma per il tuo bene. Saresti molto più felice. 
Tracy: Grazie, so pensare a me.
Dexter: Oh si eccome. E penserai anche a George. Che Dio l'aiuti se darà segni di debolezza o ribellione.
Tracy: Ripeti sempre le stesse cose.
Dexter: Ho pensato al perchè tu agisca così. E ho capito che la condotta di tuo padre offese soprattutto te. Da allora hai preteso la perfezione, non volevi correre rischi, e io ti ho delusa. Ma che ne sapevo che come marito avrei dovuto considerarti una divinità? 
Tracy: Non dire stupidaggini. 
Dexter: È un vero peccato perchè potresti essere una donna magnifica se smettessi di portare l'aureola.
Ma non sarai mai magnifica nè umana finchè non avrai comprensione per le debolezze umane. Dovresti cercare di scendere da quel tuo piedistallo.

George: Quel matrimonio non ti ha contaminata. Sei rimasta delicata e perfetta come una statua da venerare. 
Tracy: Ma io non voglio essere venerata, voglio essere amata. 
George: Oh questo è implicito, ma il tuo posto è su un piedistallo e lì devi rimanere affinchè io possa sempre adorarti.
Sig. Lord: Quello che tante mogli non capiscono è che le scappatelle innocenti come le mie non devono scandalizzare nessuno.
Tracy: Ah guarda, non hanno significato? 
Sig. Lord: Si cerca di illudersi ad una certa età, ma un uomo potrebbe essere aiutato molto a invecchiare con grazia da una figlia comprensiva e dolce, piena di compassione e affetto semplice e privo di condanna.
Tracy: Sentimenti che io non ho, io sono una dea.
Sig. Lord: È soltanto la tua vanità che ti fa sentire tale. Sei intelligente, Tracy, hai un bel visino, una figura aristocratica e molto carattere. Hai tutto per essere una deliziosa creatura tranne una cosa essenziale, un cuore comprensivo. Senza cuore potresti anche essere una statua di marmo. 
Lizabeth: Una delle cose più simpatiche di questo mondo è vedere i privilegiati che si godono i loro privilegi.
Mike: Oh conoscendoli bene non sono malvagi.
Lizabeth: Oh stai incominciando a conoscerli?
Mike: Coi ricchi e coi potenti occorre pazienza, è un proverbio spagnolo. 
Lizabeth: Già ma io sono di origine svedese. Sai cosa diciamo noi? Chi sogna Tracy può svegliarsi senza Lizabeth.

Mike: Tracy sei un essere incantevole. Bella, stupenda.
Tracy: Non sembro una statua di marmo allora?
Mike: No, sei viva, piena di fuoco. E questa è la cosa più strabiliante.

CLIP:

L'incontro con i reporter di Spy


Regalo di nozze

You Might Also Like

0 commenti