Full-immersion Debbie Reynolds pt. 2 Le commedie romantiche

lunedì, aprile 24, 2017

Dopo avervi parlato qui dei film in cui Debbie Reynolds veste i panni di "donne con gli attributi" oggi vi parlerò di 3 pellicole nelle quali è stata rispettivamente fidanzata, moglie ed ex-moglie, riuscendo a spiccare brillantemente in tutti e tre nonostante la presenza di tre partner molto bravi. 


1) Il gioco dell'amore
Il titolo originale è The Mating Game ed è un film del 1959 diretto da George Marshall con protagonisti Debbie Reynolds e Tony Randall.
Trailer originale:
La trama in breve:
Pop Larkin vive con la sua famiglia in una tranquilla fattoria nella quale conduce una vita spensierata e semplice dove si mantiene grazie al "baratto". Il suo vicino Wendell Burnshaw irritato dalla sua esuberanza decide di denunciare Larkin  all'Ufficio delle Tasse, certo del fatto che un accertamento fiscale lo manderà in rovina. Il funzionario incaricato ad esaminare la situazione tributaria dei Larkin è Lorenzo Charlton che quando giunge alla fattoria si rende conto che Pop Larkin non ha mai pagato le tasse in vita sua. A complicare il tutto sarà Mariette, la bella figlia di Larkin che distrarrà Lorenzo dal suo compito.
Alcune foto del film

Foto promozionali del film
Il film è una storia liberamente ispirata al romanzo inglese "The darling buds of May" del 1958 di H. E. Bates che diventato subito un best seller, l'anno seguente viene immediatamente preso in considerazione per farne un film. Il titolo del romanzo si rifà al Sonetto 18 di William Shakespeare che ad un certo punto parla dei "teneri boccioli di Maggio". Del romanzo di Bates verrà realizzato un riadattamento più accurato in una mini-serie sempre britannica andata in onda dal '91 al '93 con protagonista Catherine Zeta-Jones. Bates ha in realtà scritto 5 libri sulla famiglia Larkin.

Nel cast abbiamo Debbie Reynolds sulla scena di Hollywood da ormai 10 anni con ben 19 film all'attivo. In questo film, come altri che ha interpretato, veste i panni di Mariette, la giovane ragazza un po' ribelle ma in fondo angelo del focolare. Lorenzo Charlton, il partner della Reynolds in questa deliziosa commedia, è interpretato dal brillante Tony Randall, che ho avuto modo di conoscere grazie ai film di Doris Day dove interpreta sempre la spalla o il rivale di Rock Hudson (di questi film ne ho parlato qui). Randall è noto soprattutto per aver interpretato Felix Ungar nella sit-com del 1975 basata sul film La strana coppia (di cui ho parlato qui), accanto a Jack Klugman.

Pa' Larking è interpretato da Paul Douglas, ex giocatore professionista di football diventato poi cronista sportivo, approdato a Broadway e infine a Hollywood dopo la Seconda Guerra Mondiale.
Billy Wilder dopo averlo visto in questo ruolo lo vuole per la parte di Jeff Sheldrake nel suo L'appartamento dell'anno seguente accanto a Jack Lemmon e Shirley MacLaine, ma Douglas morirà di infarto poco prima dell'inizio delle riprese e la parte andrà a  Fred MacMurray.
Ma' Larking è interpretata da Una Merkel, presente sulla scena del cinema dai tempi della sua origine, infatti all'inizio degli anni '20 i suoi primi ruoli sono come controfigura di Lillian Gish. Con uno spiccato accento dell'America del Sud, che non mancherà di marcare nei suoi ruoli (quando ovviamente le era concesso), fa emergere sempre una verve comica, in particolare nella commedia musicale Quarantaduesima strada del '33 e nelle commedie della Disney degli anni '60 con protagonista Hayley Mills Il cowboy col velo da sposa e Magia d'Estate.
Infine  ad interpretare Oliver Kelsey, il capo di Lorenzo Charlton, è Fred Clark, attore che nella sua carriera di quasi 70 film ha interpretato ruoli sia comici e seri, ad esempio in Come sposare un milionario dov'è il partner di Marzo (di questo film ne ho parlato qui).

La canzone che accompagna i titoli di apertura è intitolata "The Mating Game" ed è eseguita dalla stessa Debbie Reynolds.

Foto sul set di Debbie Reynolds con i propri figli Carrie e Todd Fisher

2) Gazebo

Il titolo originale del film è The Gazebo, è sempre del 1959 ed è di nuovo diretto dal regista George Marshall con protagonisti Debbie Reynolds e Glenn Ford.
Trailer originale:
La trama in breve: Elliot Nash è un regista e sceneggiatore di gialli per la televisione, sposato con l'attrice Nell. Eliott nasconde alla moglie un segreto: da un po' di tempo è ricattato da un uomo che minaccia di mettere in circolazione foto compromettenti della moglie che potrebbero rovinarle la carriera. Ormai sul punto di dover vendere la casa per far fronte ai debiti, mentre la moglie è intenta ad abbellirla al punto che compra un imponente gazebo per il giardino. Eliott decide di seguire ciò che ha imparato dai gialli che ha letto e di uccidere il suo ricattatore, nascondendo il corpo proprio sotto il gazebo che si sta costruendo. Ma le cose non vanno secondo i piani.
Alcune scene del film
Il film è un riadattamento dell'opera teatrale omonima di Alec Coppel basata a sua volta su una vicenda con protagonista lo stesso Coppel e sua moglie Myra. Lo spettacolo debutta a Broadway il 12 dicembre del '58 al Lyceum Theatre di New York prodotto dalla Playwrights Company e Frederick Brisson, marito dell'attrice Rosalind Russell. Lo show ha talmente tanto successo che rimane in cartellone per ben 218 performance fino al 27 giugno del 1959.
All'inizio del '59 Brisson vende i diritti alla Metro-Goldwyn-Mayer che affida il compito di riadattare il copione teatrale a George Wells, che proprio l'anno prima ha conquistato l'Oscar per la Miglior sceneggiatura in La donna del destino, il film di Vincente Minnelli con Lauren Bacall e Gregory Peck di cui ho parlato qui. La regia invece viene affidata al veterano di Hollywood George Marshall che proprio nel '59 si ritroverà a dirigere Debbie Reynolds in 3 pellicole: Gazebo, Il gioco dell'amore e Cominciò con un bacio. Specializzato nel genere western ma anche nella commedia brillante nella sua carriera di 60 anni dirigerà quasi 150 film. 
Accanto a Debbie Reynolds, nel suo anno d'oro, il '59 che come abbiamo visto la vedrà impegnata in ben 3 film, qui c'è Glenn Ford, uno dei massimi esponenti del noir insieme a Bogart e insieme al quale ha in comune la capacità di tirar fuori una verve comica sofisticata e tagliente: nel '46 lo abbiamo visto accanto a Rita Hayworth in Gilda, di cui ho parlato qui, poi ha preso parte a diversi film d'azione e western, anche se io personalmente l'ho adorato in Angeli con la pistola del '61 di Frank Capra, che gli valse il Golden Globe.

Ad interpretare il Procuratore distrettuale Harlow Edison è Carl Reiner al suo debutto cinematografico. L'attore, nonchè regista, produttore, scrittore e commediografo nella sua carriera vincerà grazie alle sue produzioni ben 9 Emmy Awards (stabilendo un record ancora oggi imbattuto), come il Dick Van Dyke Show dal '61 al '66 (vincitore di 6 Emmy e 2 Golden Globes).
Nel cast abbiamo anche John McGiver che ha debuttato nel film di Billy Wilder Arianna del '57 accanto a Audrey Hepburn e Gary Cooper dove interpreta Mister X, e ha spesso interpretato ruoli comici e caratteristici come il commesso della gioielleria in Colazione da Tiffany del '61, Lo sport preferito dall'uomo del '64 accanto a Rock Hudson e Ladri sprint insieme a Dick Van Dyke nel '67.
Il Duca è interpretato da Martin Landau allievo dell'Actors Studio (compagno di corso di James Dean e Steve McQueen) al suo terzo film, di cui il secondo è stato niente meno che Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock (che oltretutto viene nominato nel film al punto che il protagonista Elliott Nash addirittura gli telefona per chiedergli consiglio sulla gestione della scena di un crimine, anche se Hitchcock non partecipa al film).
La donna di servizio dei Nash, Matilda, è interpretata da Doro Merande che dagli anni '40 ha spesso interpretato la caratterista, come la cameriera del diner vegetariano in Quando la moglie è in vacanza di Billy Wilder con Marilyn Monroe e Tom Ewell (che Wilder riprenderà in altri suoi film come Baciami, stupido del '64 e Prima pagina del '74.

Infine ultimo ma non per importanza Peter Ford, figlio di Glenn, nato dal matrimonio con l'attrice e ballerina Eleanor Powell, all'epoca 14enne che ha una piccola parte da comparsa parlante: è il ragazzo che volta le pagine allo studio televisivo dove lavora Nash (il figlio di Ford era comparso anche in Gilda, dove usarono una sua fotografia al posto di quella di Johnny da bambino).


Alla 32esima cerimonia degli Oscar il film si presenta con una nomination per i migliori costumi nella categoria dei film in bianco e nero realizzati da Helen Rose, ma a vincere è Orry-Kelly grazie agli abiti realizzati per A qualcuno piace caldo (di cui ho parlato qui).
 
Glenn Ford sul set insieme a Debbie Reynolds e il figlio Peter Ford

3) Divorzio all'americana
E' un film del 1967, il titolo originale è Divorce American Style, ed è diretto da Bud Yorkin con protagonista Debbie Reynolds e Dick Van Dyke.
Trailer originale:
La trama in breve: Dopo 17 anni di matrimonio Richard Harmon e sua moglie Barbara  sembrano aver raggiunto tutte le soddisfazioni possibili ma continuano a battibeccare su tutto e arrivano a divorziare. Richard si ritrova a vivere in un appartamento e deve fare i conti con la vita del padre separato: vive in un piccolo appartamento e a causa degli alimenti che deve versare alla ex moglie ha pochi soldi a disposizione. Conosce e diventa amico di un altro padre divorziato Nelson Downes, il quale gli confida il suo piano di trovare qualcuno che sposi la sua ex moglie in modo che non sia più una sua incombenza. Piano che Richard decide di appoggiare.
Alcune scene del film
Nel 1967 il produttore Norman Lear decide di realizzare un film che porti sulla scena il dramma che a quell'epoca stanno vivendo molte coppie americane, il divorzio, e per farlo prende due degli attori più amati dal pubblico, Debbie Reynolds, la fidanzatina d'America, e Dick Van Dyke il perfetto gentiluomo, e li mostra in una veste inedita agli occhi del pubblico, una sorta di "Guerra dei Roses" addolcita. Fondatore della Tandem Productions che negli anni '70 porterà sul piccolo schermo diverse sit-com di successo come I Jeffersons.
A interpretare l'amico di Dick Van Dyke, Nelson, è Jason Robards. Robards ha iniziato la sua carriera a Broadway negli anni '50 riscuotendo molto successo. Al cinema spicca sia nel genere western che nelle commedie (sarà Cheyenne in C'era una volta il West di Sergio Leone nel '68); nel '61 sposa Lauren Bacall ma nel '69 i due si separeranno. 
La moglie di Nelson, Nancy, è interpretata da Jean Simmons, famosa soprattutto per i ruoli nei film epici e letterari come Amleto di Olivier dove interpreta Ofelia, La Regina Vergine, La tunica e Spartacus. La Simmons nel '50 aveva sposato l'attore Stewart Granger dal quale aveva divorziato dopo 10 anni e una figlia, e si era risposata con il regista Richard Brooks (lo stesso di La gatta sul tetto che scotta e La dolce ala della giovinezza, di entrambi ho parlato qui), dal quale però divorzierà nel '77.
Nel cast abbiamo anche il sig. Farley interpretato da Tom Bosley, che dal '74 diventerà molto famoso grazie al ruolo di Howard Cunningham, il padre di Richie nella serie Happy Days, e quello dello sceriffo Amos Tupper nel telefilm La signora in giallo dal 1984 con Angela Lansbury.
Van Johnson interpreta Al Yearling la nuova fiamma di Barbara. Ex idolo delle teenager che nei film della M.G.M. ha vestito spesso i panni del "ragazzo della porta accanto" in film con Judy Garland ed Esther Williams; dopo aver preso parte ad alcuni film di propaganda bellica con Spencer Tracy, è stato protagonista in film più seri e drammatici come L'ultima volta che vidi Parigi accanto a Elizabeth Taylor.
Infine il Dr. Zenwinn è Martin Gabel: attore, produttore e regista, marito di Arlene Francis una delle protagoniste di What's My line lo show di cui ho parlato qui. Nel '74 interpreta nuovamente uno psichiatra, il dott. Eggelhofer nella commedia sul giornalismo di Billy Wilder Prima pagina con Jack Lemmon e Walter Matthau.
Norman Lear e Robert Kaufman ottengono una Nomination agli Oscar per la miglior Sceneggiatura originale anche se a vincere sarà William Rose per Indovina chi viene a cena (di cui ho parlato qui). Lear viene candidato anche ai  Writers Guild of America Award per la Commedia Americana meglio scritta.
Foto degli attori sul set
Vi segnalo infine altri quattro film con Debbie Reynolds:
Il fidanzato di tutte del '55 con Frank Sinatra
Pranzo di nozze del '56 con Bette Davis
L'ultima tentazione del Sig. Smith del '58 con Curd Jürgens
Cominciò tutto con un bacio del'59 con Glenn Ford.

You Might Also Like

0 commenti