Full-Immersion: Jack Lemmon pt. 2 L'uomo ordinario in situazioni straordinarie

domenica, novembre 12, 2017

Eccoci con la seconda parte della full-immersion dedicata a Jack Lemmon (qui trovate la prima in cui vi ho parlato delle sue commedie romantiche). Oggi vi parlerò di due commedie nelle quali a  Jack Lemmon ha una vita abbastanza nella media con una moglie e un lavoro, che però viene sconvolta da una serie di guai. 

1) Scusa, me lo presti tuo marito?

Il titolo originale è Good Neighbor Sam un film del 1964, diretto da David Swift con protagonisti Jack Lemmon e Romy Schneider.
Il trailer originale:
La trama in breve: Sam Bissell è un agente pubblicitario, sposato con Minerva insieme alla quale ha due figlie. Il cliente più importante della sua ditta, Simon Nurdlinger, pretende per la sua campagna pubblicitaria un vero uomo di famiglia e il capo di Sam gli indica proprio lui e così l'uomo si convince a lavorare con loro. Rientrato a casa per festeggiare la notizia, Sam incontra Janet un'amica della moglie venuta a trovarla. La donna ha appena divorziato e decide di trasferirsi vicino ai Bissel; poco dopo scopre di aver ricevuto un'enorme eredità dal nonno ma l'unica condizione posta per ottenere il denaro è che sia ancora sposata. Per farla franca chiederà a Sam di fingersi suo marito ma le cose si complicheranno con l'arrivo in città di parenti che vogliono smascherarla per prendere l'eredità, il ritorno del marito, lo stress sul lavoro per Sam e la gelosia di Minerva.
Alcune foto del film

Foto promozionali del film

Tratto dal romanzo omonimo scritto dall'autore Jack Finney nel 1963, famoso soprattutto per le sue storie fantascientifiche come L'invasione degli ultracorpi (The Body Snatchers) del '55. Il titolo può anche essere un rimando al film del 1948 Il buon samaritano (Good Sam) di Leo McCarey con Gary Cooper dove il protagonista è un buon uomo che fa continui piaceri alla gente.
Il regista è David Swift, che ha iniziato la propria carriera come animatore della Disney ai tempi di Pinocchio, Fantasia e Le avventure di Peter Pan, per poi dedicarsi alla regia televisiva, nel '60 e nel '61 ha realizzato per la Disney i film di successo con protagonista Hayley Mills Il segreto di Pollyanna (di cui vi ho parlato qui) e Il cowboy con il velo da sposa.

Jack Lemmon girerà questo ultimo film con la Columbia Pictures, lo Studio con cui ha debuttato 10 anni prima grazie al film La ragazza del secolo con Judy Holliday. In questi 10 anni ha dimostrato di possedere un talento sia per i ruoli più leggeri che quelli più impegnati, guadagnandosi 4 nomination all'Oscar e vincendo la statuetta nel '56 grazie al film La nave matta di Mr. Roberts. Nei tre anni tra il successo del 1963 di Billy Wilder Irma la dolce a quello di Non per soldi ma per denaro, del '66 sempre diretto da Wilder dov'è insieme per la prima volta a Walter Matthau, Lemmon prende parte a 4 film che però non sbancheranno altrettanto al box office: Sotto l'albero Yum Yum del '63, Scusa, me lo presti tuo marito del '64 e nel '65 Come uccidere vostra moglie e La grande corsa. Lemmon è molto scettico su questo film e vi prende parte più che altro per rispettare il contratto.

A interpretare Janet, l'amica della moglie di Sam, è Romy Schneider, l'attrice tedesca naturalizzata francese famosa soprattutto per la trilogia dei film su Sissi (La Principessa Sissi, La giovane Imperatrice e Il destino di un'Imperatrice, alla quale si aggiunge un primo film su La Giovane Regina Vittoria d'Inghilterra). La Schneider è nata nel 1938 in quell'Austria già annessa alla Germania Nazista, figlia dell'attrice Magda Schneider (che lavorerà con lei nei film di Sissi e Vittoria) che la spingerà ad intraprendere la carriera nel mondo dello spettacolo. Sul finire degli anni '50 Romy stanca di interpretare ruoli leggeri ha l'occasione di mostrare le proprie doti nel dramma sentimentale L'amante e sul set di questo film conosce Alain Delon con il quale inizierà una storia d'amore che durerà fino al '64. Quando viene scelta per questo film ha da poco preso parte ai film di rilievo Il processo di Orson Welles e Il cardinale di Otto Preminger. Romy Schneider in Scusa, me lo presti tuo marito? rappresenta una ventata di aria fresca, con la sua bellezza e il suo sorriso riesce a brillare in ogni scena, e soprattutto mostra una grande simpatia e verve comica che si aggancia perfettamente con quella sfrenata di Lemmon. Purtroppo finite le riprese in America e rientrata nel suo appartamento di Parigi scoprirà che Delon l'ha lasciata per Nathalie Barthelmy lasciandole solo un biglietto che recita "Sono andato in Messico con Nathalie, Addio, Alain". Dopo questa produzione americana Romy sarà perlopiù in film francesi e italiani come La piscina (del '68) dove ritrova Delon, La califfa di Bevilacqua, Ludwig di Luchino Visconti. Nel '65 sposa il regista Harry Mayen dal quale ha un figlio David, mentre nel '75 si sposerà con il giornalista francese italiano Daniel Biasini dal quale avrà una figlia Sarah. Nel 1981 il figlio 14enne David muore tragicamente rimanendo infilzato nel cancello della casa dei nonni mentre lo stava scavalcando, e questo getterà Romy in una profonda depressione che la porterà alla morte l'anno seguente a soli 44 anni.

Nel cast abbiamo anche Dorothy Provine che interpreta Minerva la moglie di Sam. L'attrice ha debuttato come cantante sul finire degli anni '50, e a partire dai '60 ha preso parte a diversi film grazie al suo look, una sorta di via di mezzo tra la sensualità della pinup alla Marilyn Monroe e l'innocenza alla Sandra Dee, tra i quali ricordiamo Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo di Stanley Kramer con Spencer Tracy, nel '65 La grande corsa dove ritrova Jack Lemmon insieme a Tony Curtis e Natalie Wood, e F.B.I. operazione gatto film della Disney con Hayley Mills e Dean Jones (non a caso diretto da Robert Stevens il regista di Mary Poppins), e nel '66 in Se tutte le donne del mondo... accanto a Mike Connors (col quale ha già recitato in Scusa me lo presti tuo marito). Inoltre comparirà in varie serie televisive come guest star.
Per la parte del marito di Janet viene scelto Mike Connors, attore di origini armene ma nato in California (è cugino del cantante Charles Aznavour, e la somiglianza si vede), che diventerà famoso soprattutto grazie alla serie tv poliziesca Mannix del 1970 nella quale è il protagonista, che gli farà vincere un golden globe come miglior attore in una serie drammatica (riceverà altre 5 nomination nei 5 anni successivi, nonchè 4 nomination agli Emmy Awards). Connors ha debuttato nel '52 nel film noir So che mi ucciderai con Joan Crawford, nel '56 è una delle comparse nel kolossal I Dieci Comandamenti (di cui ho parlato qui), prenderà parte ad alcuni film di avventura e nel '65 sarà nel biopic Jean Harlow, la donna che non sapeva amare, film biografico sulla vita dell'attrice insieme a Carroll Baker, Angela Lansbury e Peter Lawford.

Edward Andrews interpreta il signor Burke, il capo di Sam. In 30 anni di carriera ha interpretato una 50ina di film, tra cui nel '63 e '64 i film con Doris Day Quel certo non so che e Non mandarmi fiori. Inoltre è ricordato per il ruolo del Comandante Roger Adrian nella serie tv Broadside sempre del '34. I cugini di Janet interessati all'eredità, Irene e Jack Bailey sono interpretati da: Anne Seymour, che dopo aver debuttato a Broadway e alla radio negli anni '30, la Seymour ha preso parte a vari film come Dono d'amore ( di cui vi ho parlato qui), Il segreto di Pollyanna, Ladri sprint (che trovate qui),  e serie televisive come Alfred Hitchcock presenta, Empire del '62 e General Hospital del '63; mentre il marito è interpretato da Charles Lane nella sua lunga carriera (è morto all'età di 102 anni) ha preso parte a molti film, interpretando spesso ruoli autorevoli come giornalisti, medici e ufficiali pubblici. È in diversi film di Frank Capra: in È arrivata la felicità del '36 (di cui ho parlato qui) è il dott. Von Hallor, è Henderson ne L'eterna illusione del '38 (di cui ho parlato qui), Nosey in Mr. Smith va a Washington del '39, il giornalista in Arsenico e vecchi merletti del'44, è il venditore di Potter ne La vita è meravigliosa del '49 (di cui ho parlato qui). Inoltre è il viceredattore in 10 in amore accanto a Clark Gable e Doris Day nel '58, l'ispettore in Il gioco dell'amore con Debbie Reynolds (altri film di cui ho già parlato qui sul blog, e che trovate qui), il giudice alla mostra canina in 4 bassotti per un danese nel '66. Ultimo ma non per importanza il grande Edward G. Robinson che qui interpreta l'imprenditore Simon Nurdlinger. Robinson è noto soprattutto per i film noir di gangster (a lungo ha lottato per togliersi quest'etichetta di dosso), e sul finire degli anni '40 è stato perseguitato dal Comitato per le attività anti-americane ed inserito nella lista nera di Hollywood insieme ad altri attori e operatori del cinema simpatizzanti del comunismo, danneggiando la sua carriera. Riuscirà a tornare a lavorare grazie a DeMille che gli affida la parte di Dathan in I dieci comandamenti e Frank Capra che lo sceglie per Un uomo da vendere insieme a Frank Sinatra e Thelma Ritter.
I costumi sono realizzati da Jacqueline Moreau. Quelli che spiccano di più sono ovviamente quelli di Romy Schneider, che di fatto è la protagonista del film.
I costumi di Romy Schneider nel film

Il nome dello studio pubblicitario Burke and Hare è un rimando ai due serial killer noti come gli "Assassini di West Port", che hanno ispirato il racconto horror di Stevenson Il trafugatore di salme (The Body Snatcher) a cui si è ispirato a sua volta Jack Finney per il romanzo L'invasione degli ultracorpi.

Il fotografo Phil Stern immortala molti attori, tra cui Jack Lemmon mentre si trova sul set di questo film, con in mano la rivista ebraica "The Forvets". Praticamente nessuno degli interpellati sa leggere l'ebraico ma essendo tutti attori riescono a fingere di essere in grado di leggerlo.

Jack Lemmon grazie alla sua performance ha ricevuto la nomination come Miglior attore ai BAFTA (British Academy of Film and Television Arts Awards). Il giornale americano The New York Journal ha definito questo film una "esilarante farsa, della stessa pasta di quelle che Irene Dunne e Katharine Hepburn hanno fatto insieme a Cary Grant", e il New York Times ha detto a proposito di Lemmon "Non delude i suoi fans dando una vivace performance piena di espressioni azzeccate e battute brillanti".
 
CLIP:
 Il risveglio di Sam

Sam ti presento Janet

La danza della felicità

I parenti di Janet (clip in italiano con la mitica voce di Lydia Simoneschi)

 Era una notte buia...

 Al lavoro

2) Un provinciale a New York
 
Il film, il cui titolo originale è The out-of-towners, è del 1970, diretto da Arthur Hiller con protagonisti Jack Lemmon e Sandy Dennis.
Trailer originale:
La trama in breve: George Kellerman è un onesto impiegato che vive in Ohio insieme alla moglie Gwen. Un giorno viene convocato a New York in vista di una promozione e così parte alla volta della Grande Mela insieme alla moglie. Inizieranno per loro una serie infinita di guai: l'aereo a causa della nebbia è costretto ad atterrare a Boston, lì le loro valigie vengono smarrite, finiscono su un affollatissimo treno, arrivano a New York durante un grande sciopero, giungono all'hotel sotto una pioggia battente, alla reception scoprono che la camera non è stata riservata. Ma i guai sono tutt'altro che finiti per i coniugi Kellerman.


Il film è diretto da Arthur Hiller, il quale l'anno seguente vincerà l'Oscar per la miglior Regia grazie al film Love Story. A curare la sceneggiatura è il grande Neil Simon (lo stesso di A piedi nudi nel parco, La strana coppia e La strana coppia II, Appartamento al Plaza, Il prigioniero della seconda strada e California Suite). Simon e Hiller collaboreranno in altri due film Appartamento al Plaza e Anime gemelle. Secondo quanto affermato dallo stesso Neil Simon questa storia in realtà è stata concepita come quarto episodio della storia di Appartamento al Plaza, intitolato "In visita da Toledo", ma durante lo spettacolo di Broadway si decide di tagliarlo così Simon ne realizza una storia a parte, appositamente per farne un film in quanto la presenza di molte location sarebbe stata piuttosto difficile da ricreare a teatro. A ispirare Simon pare sia stata una sua reale esperienza di "viaggio sfortunato" nel 1967 a Boston. 
Per la parte di George l'unico e solo attore ad essere preso in considerazione è Jack Lemmon, il quale ha già lavorato in un film sceneggiato da Neil Simon, La strana coppia. In questo film Lemmon sfodera il suo repertorio di decine di reazioni possibili. 
Per la parte della moglie Gwen viene scelta Sandy Dennis, attrice sia di teatro che di cinema, la quale fresca allieva dell'Actor Studio ha debuttato nel '61 in Splendore nell'erba di Elia Kazan (seppur con una piccola parte), e nel '66 è stata in Chi ha paura di Virginia Woolf accanto a Richard Burton ed Elizabeth Taylor, dove interpretando la moglie di George Segal vincerà l'Oscar come Migliore attrice non protagonista (anche la Taylor vincerà come Migliore attrice). Pare che lei e Neil Simon non siano andati molto d'accordo durante le riprese, per via delle improvvisazioni della Dennis, viste dallo sceneggiatore come una mancanza di rispetto nei suoi confronti; improvvisazioni che peraltro sono risultate molto efficaci e divertenti come i lamenti continui seguiti dall'esclamazione Oooooh mio Dio!).
Qui c'è una compilation di tutte le volte in cui lo dice:
A completare il cast abbiamo tanti piccoli personaggi che sono interpretati però da attori comici noti. Ad esempio la donna alla stazione di polizia è Anne Meara, l'attrice comica, madre dell'attore Ben Stiller.
Il taxista di Boston è Ron Carey, un attore che negli anni '70 diventerà molto amico del regista Mel Brooks il quale lo sceglierà per diversi suoi film come L'ultima follia di Mel Brooks e La pazza storia del mondo.
Sul treno troviamo John Fiedler, attore attivo dagli anni '50, è in La parola ai giurati del '57 di Sidney Lumet e ha già lavorato con Neil Simon e Jack Lemmon in La strana coppia (è Vinnie, uno degli amici del poker). Una delle hostess è Ann Prentiss, attrice attiva dagli anni '70 ai '90 soprattutto in televisione,  ha esordito nella serie tv poliziesca della NBC Captain Nice del '67, sorella di Paula Prentiss famosa soprattutto per il film Lo sport preferito dall'uomo diretto da Howard Hawks con Rock Hudson, e Ciao Pussycat con Peter Sellers e Peter O'Toole. Infine Paul Dooley interpreta il receptionist dell'hotel, il quale dagli anni '60 fa teatro e nel '56 è a Broadway nllo spettacolo La strana coppia ei panni di Felix (che nel film sarà interpretato proprio da Lemmon) accanto a Walter Matthau che riprenderà il ruolo anche nel adattamento filmico. Esponente della stand-up comedy (cabaret) approderà al famoso The Tonight Show, il programma televisivo della NBC nato nel '54 con Steve Allen, ai quali sono seguiti vari conduttori tra cui i più famosi sono Johnny Carson che l'ha guidato per 30 anni fino al '92, poi Jay Leno fino al 2014 e da allora Jimmy Fallon. Ha vestito i panni del padre di Julia Roberts in Se scappi ti sposo.
Il film è stato girato a Manhattan, Boston e Long Island (che va le veci dell'Ohio).  
Sia Jack Lemmon che Sandy Dennis ricevono una nomination al Golden Globe (senza però vincere), mentre Neil Simon vince il premio per la Miglior commedia scritta direttamente per un film ai Writers Guild of America Awards. 
Nel 1999 viene realizzato un remake di questo film dal titolo Sperduti a Manhattan con Steve Martin e Goldie Hawn.
 
CLIP:
Sul treno
 
 L'arrivo in hotel

Finale

You Might Also Like

0 commenti